Una rana speciale

Mangia solo erba di stagno

salta, ride, cresce bella e sana

tutto il dì nuota e fa il bagno:

è la vegetarana.

 

Le sue amiche e le parenti

a pranzo e a cena sol d’insetti

si nutrono e se è festa ci fan pure il barbecue

e rimpinzandosi le gracchian: “scema, tu!”

 

Poi c’è una cugina, la vegrana

che disdegna persin l’erba dello stagno:

l’acquista biologica, due volte a settimana

in un altro bosco, all’emporio del ragno.

 

All’emporio del ragno, infatti, è tutto bio:

gli insetti, soprattutto, ma anche la verdura.

La vegrana il ragno venera quasi come un dio

e del cibo non biologico ha una gran paura.

 

Naturalmente gli insetti non li vuole neanch’ella;

non le importa se son buoni, dice: “non li mangio, io!”

e quando incontra per caso la cugina bella

la insulta, accusandola di non nutrirsi bio.

 

Derisa e attaccata per motivi opposti

la vegetarana problemi non si fa;

segue la sua strada, costi quel che costi

e a rompere le scatole agli altri non ci va.

 

(Alberto Cassone)